https://www.youtube.com/watch?v=KhKSX2MFwdE

Regolamento

REGOLAMENTO 2018 rev.04

Il presente regolamento potrebbe subire delle modifiche prima dell’inizio della gara.

 

  1. Aspetti generali

1.1 La Ironfly 2018 è un’avventura e una gara internazionale di parapendio per atleti esperti selezionati dall’organizzazione.

1.2 L’obbiettivo è quello di raggiungere le boe definite dal Comitato tecnico e poi di tagliare il traguardo il più rapidamente possibile spostandosi con il parapendio oppure a piedi.

1.3 La classifica viene stilata in base al tempo di arrivo oppure in base ai km in linea percorsi dagli atleti.

1.4 Tutte le decisioni riguardanti l’organizzazione e lo svolgimento della gara Ironfly 2018 sono prese dal Comitato tecnico e dal Comitato di gara:

Comitato tecnico (selezione dei team, selezione delle boe)

  • Alessandro Pandolfi
  • Filippo Gallizia
  • Roberto Alberti
  • Comitato di gara (rispetto regole di gara e sicurezza):
  • Leone Antonio Pascale (Direttore di gara)
  • Vittorio Rena (vicedirettore di gara)
  • Martina Troni (Direttore evento)

Qualsiasi perplessità o domanda da porre al Comitato tecnico o di gara prima dell’inizio della gara dovrà essere inviato all’indirizzo info@ironfly.eu.

 

  1. Condizioni di partecipazione

2.1 Solo i piloti selezionati dal Comitato tecnico e approvati dal Comitato di gara possono prendere parte alla gara Ironfly 2018.

2.2 Tutti i piloti devono essere assistiti da almeno un assistente. Iscrizioni singole non sono consentite. Gli aiutanti non possono essere sostituiti durante la gara oppure interrompere l’assistenza a meno che non insorgano problemi di salute oppure si verifichino circostanze eccezionali. In tal caso deve essere immediatamente informato il Comitato di gara che deve approvare la sostituzione dell’assistente.

2.3 Tutti i piloti, per partecipare alla gara, devono avere elevata esperienza di volo in parapendio e di montagna.

2.4 Possono prendere parte alla gara solo piloti dotati di licenza di volo in corso di validità.

2.5 Tutti i piloti durante la gara devono essere in possesso di regolare assicurazione a copertura di danni verso terzi con massimale pari a 1,5 milioni di euro e di una copertura assicurativa in caso di incidente a totale copertura dei costi di trattamenti medicali, trasporto in ospedale anche con elicottero ovunque e durante tutta la gara.

(Attenzione: molte polizze di assicurazione per sport escludono le competizioni.)

A NESSUN ATLETA SARA’ PERMESSO DI PARTECIPARE ALLA GARA SENZA LE RICHIESTE ASSICURAZIONI

2.6 L’organizzazione della gara fornirà un modulo di scarico di responsabilità che dovrà essere sottoscritto da tutti gli atleti partecipanti alla gara.

GLI ATLETI CHE NON AVRANNO FIRMATO IL MODULO DI SCARICO DI RESPONSABILITA’ NON POTRANNO PRENDERE PARTE ALLA GARA.

2.7 Ogni pilota deve presentare un regolare certificato medico agonistico che includa l’elettrocardiogramma sotto sforzo, la misura della pressione e il rapporto medico che certifichi la possibilità per l’atleta di partecipare a gare di resistenza.

Il certificato deve essere stato rilasciato non prima di sei mesi dalla partenza della gara.

2.8 Gli equipaggi (pilota e assistente/i) devono essere completamente autosufficienti durante la gara.

 

  1. Selezione

3.1 Il numero dei partecipanti è limitato a 50 piloti. In ogni caso il Comitato di gara potrà modificare il numero massimo degli iscritti

3.2 Il Comitato di gara effettuerà la selezione dei piloti che potranno iscriversi alla gara.

 

  1. Calendario della gara

4.1 Venerdì 11 Maggio 2018 alle h. 14.00, registrazione piloti, briefing e interviste con gli equipaggi in gara.

4.2 Sabato 12 maggio 2018 alle h. 10.00 partenza della gara

4.3 Sabato 19 maggio 2018 alle h. 16.00 fine della gara.

4.4 Tutti i piloti sono caldamente attesi alla premiazione e alla festa di chiusura della gara che avverrà sabato 19 maggio 2018 alle h. 20.00.

4.5 La gara può essere cancellata solo dal Comitato di gara

In caso di annullamento verrà restituito il 70% della quota di iscrizione.

 

  1. Condizioni generali

5.1 Durante la gara i piloti dovranno volar solo con il proprio parapendio e camminare/correre senza alcun aiuto o supporto fisico. portandosi dietro tutto l’equipaggiamento obbligatorio. E’ assolutamente vietata qualsiasi altra forma di trasporto dell’atleta incluso anche qualsiasi tipo di mezzo volante a motore.

5.2 I piloti devono osservare un periodo di riposo tra le h. 20.00 e le h. 07.00 (con la sola eccezione del giorno con l’opzione dell’estensione del tempo di gara).

Ogni pilota deve ripartire nel punto esatto nel quale si è fermato il giorno prima con una tolleranza di 200 m.

Durante il periodo di riposo di cui sopra i piloti potranno andare ovunque desiderino.

5.3

Gli atleti sono responsabili in ogni momento della accensione/spegnimento e della appropriata gestione del Live tracker che sarà fornito dall’organizzazione della gara. Il tracker può essere spento solo nel periodo giornaliero di riposo tra le h. 20.00 e le h. 07.00. Spegnere il tracker durante il periodo giornaliero di gara (tra le h. 07.00 e le h. 20.00) sarà oggetto di penalità che potrebbe comportare anche la squalifica.

Una volta sola durante l’intera gara gli atleti potranno decidere di usufruire dell’estensione del tempo dalle h. 20.00 alle h. 24.00 (EXTRA TIME).

Il Comitato di gara deve essere informato della volontà dell’atleta

di usufruire dell’estensione del tempo EXTRA TIME non più tardi delle h. 12.00 del medesimo giorno. L’SMS richiesto al punto 5.7 deve essere inviato prima delle h. 01.00.

5.4 L’assistente può usare qualsiasi tipo di mezzo di trasporto a parte mezzi volanti a motore.

Ai veicoli degli equipaggi dovranno avere attaccati in ottima vista gli adesivi ufficiali della Ironfly 2018 appositamente forniti dall’organizzazione.

5.5 E’ severamente vietato arrampicare su roccia, camminare su ghiacciai oppure in condizioni alpine estreme.

5.6 Gli assistenti devono essere reperibili 24 ore su 24 per l’organizzazione e per esigenze mediatiche per l’intera gara.

In caso di necessità gli assistenti dovranno rendersi disponibili anche a spostarsi per dare o ricevere materiale all’organizzazione per esigenze mediatiche.

5.7 Comunicazioni obbligatorie e disponibilità.

Ogni giorno prima delle h. 22.00 gli equipaggi dovranno inviare all’organizzazione un SMS con il nome del pilota e la conferma che è tutto a posto.

5.8 In caso di incidente oppure di problemi di salute del pilota gli assistenti devono contattare il Comitato di gara il più presto possibile.

5.9 Ogni pilota deve essere disponibile ad un controllo da parte del Comitato della gara. I controlli potranno riguardare l’attrezzatura del pilota e il metodo di spostamento.

5.10 Ogni atleta può ritirarsi dalla gara in ogni momento dopo aver informato il Comitato di gara.

5.11 Il Comitato di gara ha il diritto di modificare qualsiasi regola prima della gara.

5.12 Gli atleti che infrangono una qualsiasi delle regole riceveranno

una penalità dal Comitato di gara. Le penalità andranno da un minimo di un’ora fino alla squalifica e saranno definite dal Comitato di gara.

Penalità principali:

– Violazione degli spazi aerei: 4 – 12 ore di stop

– Violazione nel trasporto a piedi della attrezzatura obbligatoria: 8 ore di stop

– Violazione delle regole VFR (volo in nube): 4 ore di stop

– Utilizzo di gallerie che collegano valli diverse: 2 – 8 ore di stop

– Utilizzo di strade a doppia carreggiata senza marciapiedi: 2 – 4 ore

5.13 Gli atleti che ricevono una penalità di tempo devono prolungare il periodo di riposo e quindi ritardare la partenza il giorno successivo del tempo corrispondente alla penalità ricevuta.

Se un atleta riceve una penalità superiore alla durata residua della gara, la sua posizione di classifica sarà determinata sottraendo il tempo relativo alla penalità dal suo tempo finale e calcolando la sua posizione a quell’ora.

5.14 Il Comitato di gara si riserva il diritto di assegnare penalità e squalifiche a tutti gli atleti che compiono atti irresponsabili verso la propria incolumità, verso gli altri, verso lo sport, verso la gara o gli sponsor della stessa.

Il Comitato di gara ha la facoltà di fermare la gara di qualsiasi atleta per ragioni di salute in modo definitivo oppure anche solo per il tempo necessario a superare il problema di salute incorso.

5.15 In aggiunta alle regole ufficiali di Ironfly 2018 ogni atleta è il solo responsabile in caso di violazione delle regole locali, regionali o nazionali stabilite dai parchi nazionali, dalle autorità locali e dalle organizzazioni governative. Coloro i quali infrangeranno tali regole saranno personalmente responsabili di ogni contravvenzione o sanzione o ripercussione di ogni tipo derivante dalle proprie azioni.

5.16 In caso di incidente, qualsiasi aiuto da parte dei piloti sarà estremamente apprezzato. L’eventuale tempo impiegato nel soccorso sarà accreditato al pilota dal Comitato di gara in termini di distanza percorsa calcolata sulla base della distanza media coperta dai primi 10 piloti in classifica generale il medesimo giorno Il tempo impiegato dal pilota soccorritore sarà definito dal Comitato di gara.

5.17 I piloti devono volare in condizioni aerologiche adatte al proprio livello di pilotaggio e di affaticamento. I piloti sono responsabili delle proprie decisioni e si devono impegnare a non esporsi a situazioni rischiose per il loro fisico.

5.18 Tutti gli equipaggi devono essere disponibili e mostrare l’adeguato rispetto nei confronti dei giornalisti cercando di facilitare il più possibile il loro lavoro finalizzato alla promozione della gara.

5.19 Tutti gli equipaggi devono pubblicare i propri contributi giornalieri sulla pagina ufficiale Facebook della Ironfly 2018. Lo possono fare con video, fotografie, sms, registrazioni vocali etc.

 

  1. Regole di volo

6.1 Agli atleti non è permesso di volare tra le h. 20.00 e le h. 07.00.

6.2 Tutti I piloti sono tenuti a rispettare il regolamento VFR (Visual Flight Rules). Il pilota che viola le regole VFR è totalmente responsabile delle conseguenze legali connesse a tale violazione.

6.3 Tutti gli atleti sono obbligati anche al rispetto delle zone proibite definite dall’organizzazione della gara Ironfly 2018. La quota in volo di ogni pilota è verificata mediante la traccia GPS registrata dal live tracker. Saranno utilizzati i backup delle tracce (IGC) per verificare qualsiasi violazione e la quota desunta dal GPS sarà usata come prova.

Al briefing prima della partenza verranno specificate le eventuali zone proibite.

 

  1. Attrezzatura

7.1 Ironfly 2018 è una gara di cross country, quindi è vietato l’utilizzo di parapendii con superfici pari o inferiori a 16 mq oppure con un carico alare superiore a 6kg/m² (così chiamati speedgliders)

7.2 Tutto il materiale per volare deve essere certificato e corrispondere alle seguenti certificazioni standard:

Parapendio: EN 926-2 and 926-1

Imbrago: EN 1651 with certified protection

Emergenza: EN 12491

Casco: EN 966, EN1077

7.3 Gli atleti devono portarsi in volo l’attrezzatura obbligatoria. Il Comitato di gara può effettuare controlli casuali in qualsiasi momento. L’attrezzatura che gli atleti dovranno obbligatoriamente avere con se consiste in:

parapendio

imbrago con protezione

paracadute di emergenza

casco

live Tracker fornito dall’organizzazione della gara

smartphone

In caso di sorvoli di masse d’acqua è raccomandato un salvagente gonfiabile.

Qualsiasi pilota che non porti con se in ogni istante l’equipaggiamento obbligatorio sarà squalificato.

7.4 Nessun oggetto della lista dell’attrezzatura obbligatoria della Ironfly 2018 può essere sostituito durante la gara. L’unica eccezione riguarda oggetti danneggiati oppure rubati; in tal caso il Comitato di gara deve essere immediatamente avvisato. Qualsiasi sostituzione di materiale deve essere autorizzato dal Comitato di gara.

7.5 Tutti I piloti devono avere la propria attrezzatura incluso il paracadute di emergenza verificato e approvato dal Direttore di gara prima della partenza. Non è consentito utilizzare il parapendio o il paracadute d’emergenza in condizione di sovraccarico (il carico deve essere inferiore al massimo carico dichiarato dalle case produttrici)

 

  1. Rotta

8.1 Ogni pilota deve aggirare le boe ufficiali elencate nella lista del successivo punto 8.2

8.2 Le boe previste sono:

  • Partenza: Lecco
  • Decollo: Monte Cornizzolo
  • Boa 1: Macugnaga
  • Boa 2: Bormio
  • Boa 3: Presolana
  • Arrivo: Suello.

Ulteriori dettagli relativi alle esatte coordinate e ai raggi delle boe saranno forniti dal Comitato di gara durante il briefing

8.3 Agli atleti non è consentito di percorrere gallerie che collegano valli differenti oppure autostrade e strade a doppia carreggiata prive di marciapiede.

 

  1. Specifiche sulla rotta

9.1 lo strumento GPS manda informazioni sulla posizione istantanea del pilota e questa viene visualizzata sul sito.

9.2 Il Comitato di gara si riserva il diritto di analizzare il backup della traccia di qualsiasi pilota in gara.

9.3 Il Comitato di gara considererà le tracce “chiare e corrette” secondo i seguenti criteri:

Tutte le volte che il tracker viene riacceso, l’atleta deve essere ad una distanza non maggiore di 200 m dall’ultima posizione registrata.

La traccia non deve avere nessun “buco” di registrazione superiore a 5 minuti.

Nella traccia a piedi non deve mai apparire una velocità al suolo superiore a 5 m/sec per più di 10 minuti

Nella traccia in volo non deve mai apparire una velocità al suolo superiore a 20 m/sec per più di 20 minuti

La traccia non deve mostrare alcuna violazione degli spazi aerei interdetti al volo. Se nella traccia mancano punti vicino a zone proibite, dall’analisi della traccia si deve capire chiaramente che lo spazio aereo proibito non è stato violato

La linea rossa mostra una violazione dello spazio aereo. Anche se non ci sono punti (punti di colore nero) all’interno dell’area proibita, la traccia mostra chiaramente che il pilota ha attraversato un’area proibita.

La traccia di colore verde (quella in basso nel riquadro) dimostra invece che l’area proibita non è stata attraversata.

Tutti i backup dei GPS devono essere compatibili con MAP DATUM: WGS 84

 

  1. Valutazione della rotta

10.1 Ogni pilota deve essere in grado di fornire un track log completo.

10.2 La rotta sarà controllata giornalmente. Il Comitato di gara analizzerà la rotta di ogni pilota sulla base della traccia. Se dall’analisi della traccia risulterà che è stata infranta qualsiasi regola Ironfly 2018, il pilota dovrà fornire il back log della traccia entro 24 ore dalla richiesta del Comitato di gara.

10.2 La rotta sarà controllata giornalmente. Il Comitato di gara analizzerà la rotta di ogni pilota sulla base della traccia. Se dall’analisi della traccia risulterà che è stata infranta qualsiasi regola Ironfly 2018, il pilota dovrà fornire il back log della traccia entro 24 ore dalla richiesta del Comitato di gara.